Incontro del 14 marzo 2018

Il giorno 14 Marzo 2018 si è tenuto un incontro sindacale presso la sede di via Benigni che aveva all’ordine del giorno i problemi riguardanti l’area Eventi e Mostre. In tale occasione l’Amministratore Delegato ha presenziato per la prima parte e ha riassunto brevemente il suo progetto di riorganizzazione aziendale che dovrebbe essere pronto, almeno per la prima fase, entro il mese di Maggio; a tale scopo ha dato incarico ad una società esterna di selezione e gestione risorse umane di fare un sondaggio conoscitivo tra i vari uffici al fine di individuare competenze, qualifiche professionali, ecc.. . Alcune giovani intervistatrici sono a via Benigni e hanno iniziato a porre i loro questionari a vari dipendenti e continueranno per tutti i settori dell’Azienda, in modo da avere una visione completa ed esaustiva delle attività di Zètema e delle professionalità esistenti.
L’intenzione è di rendere Zètema una società a tutti gli effetti, che non debba avere come unico committente solo il Comune di Roma, ma anche altri enti, come Regione, Ministero Beni culturali etc. in modo da allargare il campo delle committenze e delle professionalità interne, nella misura del 20% del fatturato previsto dalla norma. Il progetto o mission, come l’A.D. la definisce, si muove su due direttrici: potenziare e migliorare l’organizzazione turistica con nuovi mezzi informatici e valorizzare le professionalità interne all’azienda con conseguente allargamento del bacino di utenza turistica e specializzazione dei propri dipendenti. A tale scopo si prevedono corsi di formazione mirati e specifici destinati ad accrescere il bagaglio culturale dei dipendenti. L’intento è di rendere Zètema una società moderna e più funzionale che risponda alle esigenze di un nuovo mercato turistico, con l’introduzione di nuove offerte e con il potenziamento dei “social” per raggiungere anche un pubblico giovane. A tal proposito l’Amministratore si è mostrato disponibile a valutare eventuali progetti innovativi volti a migliorare alcuni settori. Queste sono in breve le linee guida che ci ha esplicitato, ma non è sceso nello specifico perché da ciò che dice il programma di riorganizzazione sembra più capillare, anche se il Dottor Tagliacozzo ha riferito che non vi saranno sconvolgimenti a detrimento dei dipendenti, ma miglioramenti sia nel tipo che nella qualità e nell’organizzazione del lavoro che dovrebbe prevedere piccoli gruppi di lavoro che operano in modo armonioso e interscambiabile.

Alcune espressioni chiavi espresse dall’AD che sentiamo di condividere:
MENO soggettività PIU’ oggettività;
MISSION da riscrivere;
FORMAZIONE per tutti;
ORGANIZZAZIONE per processi.

Social Network

accordi sindacali

                accordi sindacali

RISULTATI ELEZIONI RSU 2015

RISULTATI ELEZIONI RSU 2015

newsletter sindacale

newsletter sindacale