Il 14 dicembre u.s., si è tenuto, presso la sede Nazionale un incontro con le rappresentanze datoriali di Federculture per il prosieguo del confronto sul rinnovo del CCNL. All’incontro era presente il Presidente Dott. Cancellato che ha rappresentato la volontà delle Aziende di addivenire in tempi brevi al rinnovo del CCNL riconoscendo l’importanza di avere un contratto collettivo aggiornato ed adeguato alle esigenze venutesi a creare in questi cinque anni di vacanza. Ha, inoltre, comunicato l’esigenza di alcune Aziende di definire con urgenza, stante l’approssimarsi della data del 31 dicembre, alla firma di un accordo stralcio per i contratti di collaborazione secondo la normativa di cui al D.Lgs n. 81/2015. Ha proposto, quindi, di definire un’ipotesi di accordo per i contratti di cui sopra e avviare il confronto per il rinnovo del CCNL, da chiudersi in tempi brevi presumibilmente entro marzo 2016. Da parte nostra, pur dimostrando apprezzamento per la volontà di riavviare un negoziato interrotto da troppo tempo e dando completa disponibilità a discutere di tutte le problematiche, compresa la questione dei contratti di collaborazione, abbiamo rappresentato l’esigenza di avere dati certi sul quadro complessivo di riferimento normo-economico entro il quale la parte datoriale intende muoversi.
A questo punto il Presidente ha specificato che per il pregresso la volontà sarebbe quella di una “una tantum” di € 700, l’apertura immediata delle trattative e un incremento sul tabellare a regime per il triennio 2016/2018 non inferiore al 4,5% sul C3, oltre alla firma dell’Accordo stralcio per i co.co.co. A questo punto da parte nostra abbiamo ribadito che, fermo restando che le proposte del 4,5% di incremento sul tabellare è ancora lontana dalla nostra richiesta che tiene conto del lungo lasso di tempo trascorso dall’ultimo rinnovo ma potrebbe costituire un dato di partenza per l’avvio del negoziato, è necessario avere il quadro completo delle richieste di Federculture anche sulla parte normativa per poter valutare compiutamente le proposte. La parte datoriale ha insistito sulla necessità di definire prioritariamente l’Accordo sulle collaborazioni quale “conditio sine qua non” per il prosieguo del negoziato.
Per non chiudere il tavolo abbiamo, quindi, formulato le nostre osservazioni sul testo dell’Accordo proposto riservandoci di addivenire all’eventuale firma dopo aver ricevuto le informazioni richieste.

Social Network

accordi sindacali

                accordi sindacali

RISULTATI ELEZIONI RSU 2015

RISULTATI ELEZIONI RSU 2015

newsletter sindacale

newsletter sindacale